INDONESIA

 

 

INTRODUZIONE

Sicuramente l'Indonesia è conosciuta in tutto il mondo per le sue spiaggie (basti pensare a Bali) e ai suoi molteplici vulcani attivi; ma anche dai colori, dalla cultura e dalla storia del suo popolo e infine per la sua importante popolazione di orangotango. Infatti orangotango selvaggi in natura vivono oggi solo nelle isole di Sumatra e del  Borneo; il Tanjiung Puting è uno degli ultimi posti al mondo per ammirarli e fotografarli.

Il Parco Nazionale del Tanjiung Puting si estende per circa 3.000 chilometri quadrati e si trova nella parte sud-ovest della regione del Kalimantan centrale, borneo indonesiano; fondato inizialmente come una riserva di caccia nel 1935 è poi divenuto parco nazionale nel 1982. 

                                    Mappa dell'Indonesia.                                Mappa dell'isola del Borneo.               

 All'interno del parco c'è Camp Leakey che è stato il primo centro per gli orangotango indonesiani fondato nel 1971. Esso nasce come centro per riabilitare gli orangotango detenuti illegalmente e per insegnare ai piccoli orfani come sopravvivere in natura. Il campo è aperto al pubblico e tutti i giorni i visitatori possono recarsi per osservare da vicino alcuni orango residenti che vivono in semi-cattività. Oltre a questo è possibile visitare anche l'altro centro, chiamato Pondok Tanggui, dove è possibile vedere gli orangotango che vengono a cibarsi presso la piattaforma. Infatti, prima di diventare completamente indipendenti, gli orangotango hanno bisogno di un supplemento alimentare che viene fornito dai ranger del parco. C'è anche un terzo centro chiamato Tanjung Harapan. Quindi abbiamo:

                   

Nel parco, oltre agli orangotango (qui ne vivono più di 4.000, la popolazione più importante di tutto il Borneo) e alle scimmie nasiche/proboscidate, si possono osservare altre 7 specie di primati come gibboni e  macachi, leopardi nebulosi, orsi malesi, porcospini, cervi e caprioli nonchè più di 200 specie di uccelli tra cui buceri e martin pecsatori. Nel parco vivono anche numerosi rettili come coccodrilli, varani e pitoni. Il parco è caratterizzato da diversi tipi di eco-sistemi tra cui la foresta pluviale dipterocorp, la foresta di mangrovie, la foresta torbiera e la foresta costiera.

clicca per ingrandire-click to enlarge clicca per ingrandire-click to enlarge

               Femmina e piccolo di orangotango.                                        Maschio di scimmia nasica.   

clicca per ingrandire-click to enlarge clicca per ingrandire-click to enlarge

                                   Gibbone.                                                                   Macaco.

Lo status di parco nazionale nonchè la reputazione internazionale del Tanjiung Puting sono largamente dipese dal lavoro della biologa canadese Dr. Birutè Galdikas. Quest'ultima insieme ad altre due primatologhe (Dian Fossey che si dedicò ai gorilla in Ruanda e Jane Goodall che si dedicò agli scimpanzè in Tanzania), hanno fatto numerose rivoluzionarie scoperte circa la vita e/o il comportamento di questi primati. Una delle più importanti è stata scoprire che le mamme orangotango stanno con i loro piccoli, curandoli e proteggendoli, in una sorta di svezzamento allungato per i primi 8 anni; questo le rende però indisponibili alla riproduzione. Questo fatto, insieme alle problematiche ambientali legate alla deforestazione (per la coltivazione delle palme da olio) e quindi alla perdita del loro habitat naturale, spiegherebbero perchè gli orangotango sono a rischio estinzione.

Per quanto rigarda le caratteristiche fisiche, l'orangotango è alto fino a 1,50m. in piedi e può pesare fino a 80Kg.; peculiari sono poi, specie nei maschi adulti più vecchi, le protuberanze adipose delle guance a forma di due semilune.

clicca per ingrandire-clik to enlarge clicca per ingrandire-click to enlarge

Abitano nel foto della giungla paludosa e sono solitamente solitari anche se talvolta si riuniscono in piccoli gruppi formati da alcune madri accompagnate dai loro piccoli e talvolta da qualche esemplare maschio giovane; i maschi adulti si uniscono alle femmine solo per l'accoppiamento.

Gli orangotango sono animali diurni, trascorrono la maggior parte del tempo sugli alberi tra i cui rami si spostano tenendosi appesi con le braccia; per contro raramente scendono al suolo. L'attività principale è la ricerca di cibo costituito da frutti, semi, germogli e, in piccola parte, da uova, uccelletti e qualche invertebrato.

 

 

PIANIFICAZIONE DEL VIAGGIO

 L'Indonesia si raggiunge con voli intercontinentali dalla maggior parte delle nazioni europee, medio-oriente e asiatiche. Dall'Italia non esiste un volo diretto; si può ad esempio usare Fly Emirates da Milano a Jakarta (meta consigliata per l'inizio del tour agli orango) via Dubai.

Dopo eventuale pernottamento in albergo, il passo successivo è raggiungere Pangkolan Bun, che è la città d'accesso al parco. Ci sono voli giornalieri per Pangkolan Bun da Jakarta, Semarang e Surabaya. Una volta arrivati qui, con l'auto (si guida per circa 30 minuti), si raggiunge il porto di Kumai: infatti l'unico modo per accedere al Tanjiung Puting è quello di risalire il fiume Sekonyer a bordo di un'imbarcazione locale chiamata klotok. Da Kumai ci sono circa 2 ore di navigazione per raggiungere il Rimba Lodge che è vicino all'ingresso del parco e che viene cosiderato il punto di partenza per esplorare la zona. Durante la navigazione si faranno diverse soste per fotografare quello che ci offre il fiume: dagli orangotango alle nasiche o altri primati ai numerosi uccelli.

Il klotok (barca tradizionele indonesiana) è composto da un piano superiore che viene utilizzato dagli ospiti per godersi la crocera che viene poi trasformato, alla sera, in camera da letto (ci sono materassi, cuscini e zanzariere) e da uno inferiore per lo staff.  Il numero massimo di fotografi per il klotok piccolo è di 4 persone, fino a quello medio e grande di rispettivamente 6 e 8 persone in modo da garantire il massimo della visibilità fotografica senza intralci. Le imbarcazioni sono munite di luci e impianto a 220V con inverter. L'acqua potabile è garantita da bottiglie sigillate, oltre alle bibite.

    

                                                                            Immagini esterne/interne di un klotok.

Il klotok è sicuramente il modo migliore per esplorare i canali del parco in tutta comodità e raggiungere i centri degli orango; in più durante la crociera si possono avvistare numerosi altri animali come orangotango selvatici, gruppi di scimmie proboscidate, macachi, coccodrilli e diverse specie di uccelli. Il pernottamento può essere fatto sulla barca, al Rimba Lodge oppure una combinazione delle due. Il Rimba Lodge è situato appena fuori i confini del parco; le nuove camere sono dotate di acqua calda, aria condizionata e zanzariera. Tra i servizi offerti c'è una torretta per il birdwatching e un ristorante.  

                                                                                      Immagini del Rimba Eco-Lodge.

In tutte le attività saremo accompagnati da una guida locale parlante inglese. Il tour è organizzato sulla base delle esigenze fotografiche dei clienti, dedicando il più ampio tempo possibile alla ripresa degli animali oltre agli splendidi paesaggi fluviali della giungla. Più dettagliatamente: dopo colazione sul klotok o al lodge, risaliremo il fiume per circa due ore prima di raggiungere Camp Leakey. Lungo il tragitto possiamo fermarci a Pondok Tanggui che è il centro di riabilitazione degli orango. Una volta giunti a Camp Leakey abbiamo l'opportunità di effettuare piccoli trekking nella foresta accompagnati dalla nostra guida alla ricerca della vita selvaggia. Si fa poi ritorno alla barca per il pranzo. Il pomeriggio possiamo visitare le così dette "feeding station" dove i ranger danno cibo agli orango. Poi ritorneremo a bordo per la cena e il pernottamento oppure faremo ritorno al lodge.

 

 

COSA PORTARE

Il clioma del Borneo indonesiano è di tipo equatoriale, pertanto le temperature sono pressochè costanti durante l'anno. Nelle ore diurne la temperatura può raggiungere i 35°C mentre durante la notte può scendere intorno ai 20°C. Possono verificarsi acquazzoni improvvisi ma di breve durata anche durante la stagione secca. Quest'ultima, che va da maggio a settembre, è la migliore per l'avvistamento degli orango; per contro, soprattutto luglio e agosto, sono i mesi con più afflusso turistico e quindi molto affollati.

Utile portare pantaloncini corti, pantaloni lunghi e leggeri, magliette a manica sia lunga che corta, cappellino, occhiali da sole, ciabatte, scarponcini impermeabili da trekking, Kway, repellente per gli insetti e crema solare.

 

 

DOVE STIAMO

Come già detto sopra, possiamo pernottare sul Klotok o al Rimba Eco-Lodge.  

                            

 

COSA E' INCLUSO

In tutte le nostre spedizioni fotografiche  è incluso:

 

 

COSA NON E' INCLUSO 

In tutte le nostre spedizioni fotografiche NON è incluso: 

 

 

HIGHLIGHT FOTOGRAFICI 

Il nostro target qui è l'orangotango, non trascurando tutti gli altri mammiferi, uccelli e rettili che possiamo incontrare. Se sei interessato, puoi dare un'occhiata ad alcune foto del mio portfolio. 

 

 

QUOTAZIONE

Dato che Leophotographer organizza solo tours privati tenendo conto di tutte le esigenze del cliente (ad esempio date di partenza; durata del safari; numero dei partecipanti; safari con pernottamento solo sul klotok, solo al lodge oppure soluzioni miste) è impossibile dare delle cifre esatte. E' pertanto meglio inviarci una e-Mail specificando le vostre esigenze e subito vi risponderemo con la quotazione esatta e la disponibilità.

 

 

2017                 ORANGOTANGO FOTO-TOURS
ESAURITO

2018                 ORANGOTANGO FOTO TOURS
PRENOTAZIONI APERTE

2019                  ORANGOTANGO FOTO TOURS
PRENOTAZIONI APERTE




 




 




 




 


 

 









Questo sito è a norma W3C

 

Sito realizzato da Leophotographer